fbpx

Libro delle ombre e libro specchio : strumenti magici e introspettivi

Posted on

Cos’è un libro delle ombre e perché viene ritenuto uno strumento così importante? Ed il libro specchio? Sono la stessa cosa?

Quante domande! Alla fine di questo articolo dovresti avere tutte le risposte che cerchi, ma se dovessi avere ancora qualche dubbio, puoi sempre scrivermi nei commenti:D

Mi sorprendono sempre le coincidenze dell’universo : mentre scrivo questo pezzo, ho scoperto il profilo instagram di una ragazza che regalava un freebie, a tema libro delle Ombre. Dire che ho proprio scelto l’argomento giusto : quindi cominciamo subito!

Libro delle Ombre nelle antichità

Libro delle Ombre

In ogni film sulle streghe che si rispetti, questo misterioso libro occupa un posto d’onore. oltre a pozioni dalla improbabile origine e piante officinali sparse per tutta la casa. Quasi sempre è un grosso librone dalla copertina in pelle, con disegni sulla prima facciata e le pagine di pergamena logore dal tempo

Ma la vera magia è custodita all’interno : formule magiche vecchie di secoli pozioni magiche per stregare gli amanti ed atterrire i nemici, trasformarsi in rospo, far marcire i raccolti. Questo era quello che i contadini del medioevo (ma anche i benpensanti del periodo della caccia alle streghe), ritenevano fosse contenuto nel Libro delle Ombre

Si, ma no! Facciamo un passo indietro

 Nel periodo medievale coloro che praticavano l’antica religione non erano soliti tenere traccia del loro operato, per evitare di essere perseguitati e uccisi. La maggior parte delle conoscenze veniva tramandata in maniera orale, ma ci sono comune arrivate testimonianze di alcuni grimori personali, soprattutto di donne a capo di congreghe e gruppi regionali.
Il termine “grimorio” veniva usato spesso in magia cerimoniale e conteneva rituali, formule alchemiche. Qualcuno dice anche patti demoniaci. Forse per questo si diffuse la credenza che chi seguiva la via degli antichi Dei, invocava il demonio, faceva rituali orgiastici e altre cose orribili.

Se ci fossero stati più libri delle Ombre dell’epoca medievale, credi ci avremmo trovato ricette erboristiche contro le malattie, rituali per la fertilità, tracce di vita quotidiana.
Visto che molte di queste conoscenze erano a panaggio delle donne, non mi sorprende che siano state così tanto perseguitate!
Inizia a capire perché il Libro delle Ombre è considerato da sempre lo strumento più affascinate e direi incompreso, tra tutto l’arsenale della strega? (secondo forse solo alla bacchetta magica).

Tra i miei libri sul tema esoterismo magico e antica religione, i miei preferiti sono senza dubbio quelli che parlano delle tradizioni italiane e spesso sono citati alcuni stralci di Libri delle Ombre nostrani.

Ti consiglio due testi molto interessanti :
Le piante del fascino” dove ci sono ricette davvero molto interessanti, che fanno anche capire le conoscenze mediche dell’epoca e la loro stretta correlazione con l’alchimia

In “stregoneria in Italia”, trovi uno spaccato delle varie tradizioni italiane e puoi seguirne le tracce fino alle superstizioni e riti ancora in voga.

Cosa ci scrivono le streghe moderne sul libro?

Eccoci alla parte più interessante! Se sei qui vuoi sapere non solo come creare il tuo Bos (Book of shadow), ma soprattutto cosa scriverci dentro.

 Io tengono traccia delle festività della Ruota dell’anno (ne parlo in maniera più approfondita qui) delle fasi lunari e dei giorni di potere

 Che è un modo altisonante per parlare dei giorni più adatti a certe operazioni magiche : sapevi ad esempio che il venerdì è il momento per incantesimi di self-care, fascino o potere personale?

Prendo nota anche delle proprietà delle piante, di quale tipo di cristallo sia adatto a certe esigenze, preghiere, mantra.

Infine scrivo anche i significati dei tarocchi e delle varie stese fatte nel corso del tempo. Banale? Non direi proprio!

Ogni giorno nasconde qualcosa di magico, ogni piante, ogni pietra ci sussurra verità che non potremo trovare da nessun'altra parte. Saggezza che ci viene dai nostri antenati e segreti che solo la luna conosce ancora. 

Devi solo dare un’opportunità’ alla magia di entrare nella tua vita e crederci davvero.

Ti consiglio di iniziare il tuo personale libro delle Ombre con una piccola poesia o presentazione, che indichi il perché hai deciso di intraprendere questo cammino. Metterà subito in chiaro le tue intenzioni e permetterà anche di entrare in un certo mood “stregonesco”.
Scegli anche un nome magico con cui da ora in avanti farai le tue operazioni magiche.
Potrà sembrare una sciocchezza, ma ti assicuro che non è affatto cosi. Utilizzare il nuovo nome, scegliere un determinato posto dove tenere il tuo libro e ritagliati del tempo di qualità per aggiornarlo, sono piccoli rituali per per aumentare il tuo potere personale.

Il nome magico è Calipso, vuoi scoprire perché? (e come creare il tuo) ne parlo in questo articolo


Per riassumere, ecco cosa puoi scrivere sul tuo BoS

  • Feste della ruota dell’anno
  • Fasi lunari e il loro significato
  • Devozioni quotidiane (per le divinità o per la Natura)
  • Proprietà delle erbe
  • Significato dei cristalli
  • Significato dei tarocchi
  • Stese dei tarocchi

Arrivati qui vorresti avere voglia di iniziare il tuo personale Bos, ho ragione? Eppure qualcosa ti blocca. “Non ho il quaderno adatto! Dove ne trovo uno rilegato e grazioso? Devo scriverci dentro con una penna d’oca purificata alla luce della luna per un mese??”

Respira. Se pensi di aver bisogno di queste cose, allora trova un modo per procuratele, ma sappi che non sono così fondamentali!

Il mio primo grimorio era un semplice quadernone ad anelli rivestito con della stoffa nera e decorato con una trisckelion

E il libro specchio?

All’inizio dell’articolo ti avevo, oltre al libro delle ombre, ti avevo parlato anche di un altro strumento importante nel percorso spirituale pagano. O almeno, lo è per me. Possiamo intendere il libro specchio come una specie di diario magico, dove appuntare le sensazioni avute durante un rituale o nei giorni successivi. Si possono tenere traccia dei sogni, delle “coincidenze” (come pensare a qualcuno e ricevere un messaggio o canticchiare una canzone e sentirla alla radio).

Quando ho iniziato questo percorso, presa dalla foga dei grandi inizi, avevo un libro specchio molto bello in cui scrivevo solo con una specifica penna (la stessa usata per il Bos). Negli anni ho anche avuto un grimorio dedicato solo ai tarocchi e uno per le erbe. Tanta roba! Pure troppa! Se anche tu tendi ad accumulare quaderni, ma a non superare mai la metà , sappe che non sei solo! Come evitare questo spreco di energie, attenzioni e soprattutto…carta?

Io ho deciso di unire in un solo posto Libro delle Ombre e libro specchio (e tutto il resto).

 I vantaggi sono notevoli

  • Tutto ordinato
  • So dove trovare quello che mi serve, senza tirare fuori mille appunti
  • Posso tenere traccia precisa dei miei progressi
  • Meno ansia sul decidere quale contenuto va in quale grimorio (questo fa mooolta differenza!)

Tu hai un tuo libro delle ombre o uno specchio?

E cosa ti impedisce davvero di iniziarne uno?

XOXO
signature

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Imbolc :”Nel Grembo” della Grande Madre

Imbolc :”Nel Grembo” della Grande Madre

Posted on

Purificazione dei tarocchi

Posted on
Famiglio delle streghe : chi è questa creatura e come riconoscerlo

Famiglio delle streghe : chi è questa creatura e come riconoscerlo

Posted on